Comune di San Secondo di Pinerolo (TO)
Via Bonatto, 3 - C.A.P. 10060
Tel 01215038 - Fax 0121503817

Itinerario “Percorso della Libertà e della Resistenza”

Nel mese di maggio 2018, il G.A.L Escartons e Valli Valdesi ha pubblicato il bando “SOSTEGNO A INVESTIMENTI PER INTERVENTI PUNTUALI E DI VALENZA LOCALE RELATIVI AD INFRASTRUTTURE TURISTICO-RICREATIVE ED INFORMAZIONE”. Il nostro Comune ha partecipato in convenzione con i Comuni di Prarostino e Bricherasio e con l’Unione Montana del Pinerolese, nel ruolo di capofila nella presentazione dell’istanza di partecipazione al bando per conto dei tre Comuni.

La proposta elaborata dai tre Comuni consiste in un progetto riguardante la valorizzazione dell'itinerario “Percorso della Libertà e della Resistenza”.

Si tratta di un anello che si sviluppa nei tre Comuni toccando  i luoghi della memoria sia sulla collinare (Bricherasio - Prarostino) che sulla porzione di pianura (San Secondo di Pinerolo). Ai fini di rendere il più fruibile possibile la frequentazione dei luoghi della memoria, l’itinerario sarà percorribile sia a livello escursionistico (a piedi), che a livello cicloturistico. Il tratto riguardante il territorio del Comune di San Secondo sarà prevalentemente sviluppato su strade secondarie, con fondo asfaltato al fine di collegare i punti su cui sono collocati luoghi, cippi, bacheche e monumenti commemorativi dei Caduti in guerra e della Resistenza. Ad ora, in conseguenza dell'approvazione da parte della commissione giudicatrice e alla rispettiva delibera da parte della Giunta Comunale, sono in fase di realizzazione i lavori che presumibilmente saranno ultimati entro l'autunno. Il costo complessivo del progetto ammonta, per il nostro Comune, a circa 15.564 Euro; il Bando prevede, in caso di aggiudicazione, una quota di cofinanziamento pari al 10%.

 Occorre precisare, per onor del vero, che i fondi provenienti da questo bando sono finalizzati all'acquisto ed all'installazione di bacheche, cartellonistica ed arredo urbano; per quanto concerne il ripristino dei sentieri, i lavori saranno finanziati attraverso i Piani di Manutenzione Ordinaria (P.M.O.) gestiti dall'Unione Montana del Pinerolese.

A seguire potete trovare tutte le informazioni riguardanti la parte di percorso che interessa il nostro Comune, avendo cura di soffermarvi nei luoghi di maggior interesse storico.

Il percorso, in prosecuzione dal comune di Prarostino, inizia dal bivio di via Gay di San Secondo di Pinerolo, con via Gay – int. dal n. 78 al n. 92/94 di Prarostino. Da qui si scende all’incrocio con via Fossat – S.P. 166 , ove si trova la lapide del caduto per la Libertà Frairia Paolo e girando a destra la si percorre per circa un km fino ad imboccare via Colombini. All’incrocio si trova l’edicola con la targa in memoria di Fossat Giuseppino. L’itinerario prosegue passando davanti alla Scuola dell’Infanzia di Miradolo e giunge all’incrocio con via Chiesa di Miradolo ove è presente la Chiesa di Santa Maria Assunta, edificio barocco del XVII sec. Ammirata la Chiesa Parrocchiale, si gira a destra fino a ritornare su via Fossat – S.P. 166 ove, poco prima dell’incrocio, si trova il Cimitero di Miradolo. Giunti su via Fossat la si percorre girando a sinistra per poche centinaia di metri, si attraversa via Pinerolo – S.P. 164, e si continua su via delle Creuse che costeggia inizialmente la canalizzazione del Rio dei Ser, e successivamente la scarpata boscata di via della Rimembranza che troveremo girando a destra al primo incrocio. Qui la strada sale verso l’area cimiteriale del Capoluogo; a seguire, sul lato sinistro sono presenti i cippi commemorativi dei Caduti in guerra. Il percorso prosegue in  via della Parrocchia; dopo aver costeggiato il retro della Chiesa Parrocchiale e giunti all’incrocio con via della Repubblica si svolta a destra in direzione del plesso scolastico ove in prossimità della rotonda, ed all’inizio della discesa della Costa, verso Miradolo, è posta la lapide commemorativa dei partigiani Dagotto Lino e Fornero Michele. Il percorso continua tornando verso il centro abitato su via Umberto Cagni, in direzione del parco Avis, dove è collocato il cippo evocativo del sacrificio dei deportati ed internati nei campi di concentramento della Seconda Guerra Mondiale, ai quali è dedicata la via. Si continua passando davanti all’edificio comunale su via Bonatto, e si arriva all’incrocio su via Rol, dove è ubicato il Monumento ai Caduti del 1915-1918 e 1940-1945. Si segue il breve tratto di via Rol che sbocca in piazza Trombotto, dove si gira a destra in via Noli per arrivare in piazza Caduti per la Patria, si gira intorno alla rotonda con  la “Tüpina” e scendendo su via San Rocco – S.P- 165 per poche decine di metri, si imbocca via Carlos Pellegrini che costeggia il torrente Chiamogna. Giunti al ponte sull’incrocio con via Godino Delio – S.P. 164 è possibile osservare il cippo ove è caduto Godino Delio, l’11/11/1944. Scendendo per poco più di 300 m su via Godino Delio – S.P. 164, si svolta a destra per via Masei che conduce ai campi sportivi, si gira intorno alla rotonda con al centro l’edicola e si continua su via Lombarda in direzione di Bricherasio, fino all’incrocio con via Marco Polo. Qui la strada sale, lasciando intravedere man mano la pianura sottostante, per intersecare via Rivoira Don, e continuare fino al primo tornante su cui si trova l’attraversamento della Comba di via Rivoira Don con poco distante il cippo commemorativo di Odino Gustavo, caduto per la Libertà. Si ritorna indietro per lo stesso percorso, continuando però su via Rivoira Don, che scende verso la pianura, per girare a destra su strada vecchia di Bricherasio, subito dopo aver incrociato via Lombarda. Qui la strada con fondo sterrato, scende attraversando un piccolo rio e sbocca su via Rivoira di Mezzo, la attraversa ed arriva su via Rivoira Rubiani, su cui si gira inizialmente a sinistra, si percorrono circa 200 metri e si segue la strada a destra verso gli interni 1/A e 3, che in breve porta in strada Canavero, per proseguire nel Comune di Bricherasio.

Comune di San Secondo

di Pinerolo

Via Bonatto, 3 - C.A.P. 10060

Tel 01215038 - Fax 0121503817

P.E.C.:

protocollo@pec.comune.sansecondodipinerolo.to.it

E-mail:

uffici@comune.sansecondodipinerolo.to.it

P.I. e C.F.: 02039660010


Estensione territoriale: 12,62 Km2

Popolazione: 3.632 (al 31/12/2017)

Altitudine media: 423 m (s.l.m.)

Latitudine: 44.866679

Longitudine: 7.298805

Comuni limitrofi: Porte, Pinerolo, Osasco, Bricherasio, Prarostino, San Germano Chisone

Frazioni: Airali, Miradolo

Gemellato con il comune:

Carlos Pellegrini (Santa Fe - Argentina) 


 

| Note Legali | Accessibilità | Privacy |


Siti tematici

Unione Montana del Pinerolese

Torino Metropoli

Regione Piemonte

Comune Carlos Pellegrini

Fondazione Cosso
Rete Comuni Solidali

U.S. San Secondo a.s.d.

Notizie Web

Newsletter dal comune

NOTA! Questo sito utilizza cookie tecnici.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo