Messaggio
  • Privacy e Cookie

    Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al corretto funzionamento. Se vuoi saperne di più consulta la sezione Privacy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

    Visiona sezione Privacy

5 per mille al tuo Comune (IRPEF 2016)

5permille.jpgAnche quest’anno tutti i cittadini contribuenti possono, in fase di compilazione delle dichiarazioni dei redditi (modello 730, modello UNICO o Certificazione Unica), destinare il “5 per mille” delle loro trattenute Irpef, relative ai redditi 2016, alle attività sociali del proprio Comune.


Non costa nulla e basta una firmase non si esprime alcuna preferenza, il 5 per mille resterà allo Stato.

Per scegliere il proprio Comune di residenza quale destinatario del 5 per mille è sufficiente firmare nel riquadro che riporta la scritta “Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza”. Attenzione: la scelta di destinazione del 5 per mille può essere espressa solo per una delle finalità destinatarie della quota.

Chi non deve presentare la dichiarazione dei redditi, può esprimere la scelta del 5 per mille utilizzando l’apposita scheda allegata alla Certificazione Unica (che, dal 2015, ha sostituito il CUD). La scelta si effettua apponendo la propria firma nel riquadro “Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza”. Inoltre, il contribuente deve dichiarare di essere esonerato dall’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi, apponendo la firma in fondo alla scheda.

La scelta di destinazione del 5 per mille, dell’8 per mille e del 2 per mille non sono in alcun modo alternative tra loro, pertanto possono essere espresse tutte.

Additional information