Messaggio
  • Privacy e Cookie

    Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al corretto funzionamento. Se vuoi saperne di più consulta la sezione Privacy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

    Visiona sezione Privacy

Progetto di aiuto per le famiglie in difficoltà anno 2017

 

logo-ciss.gifS.I.A. Sostegno per l'inclusione attiva.

Il Sostegno per l’Inclusione Attiva è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate. Di seguito i dettagli del progetto ed i requisiti di accesso.

Requisiti d’accesso:     

Familiari:

1)  Presenza nel nucleo di adulti disoccupati;

2)  Presenza nel nucleo di almeno un componente minorenne o di un figlio disabile, o di una donna in stato di gravidanza accertata (almeno di 5 mesi);

3)  Essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno Comunità Europea per soggiornanti di lungo periodo;

4)  Essere residenti in Italia da almeno 2 anni;

 Economici:

5)  ISEE inferiore o uguale a € 3.000,00;

6)  Non beneficiare di altri trattamenti economici rilevanti di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale superiori a € 900,00 mensili;

7)   Non percepire indennità di disoccupazione (NASPI, ASDI o altre misure di sostegno al reddito);

8)   Assenza di beni durevoli di valore: nessun componente del nucleo deve possedere autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1300 cc, o motoveicoli di cilindrata sup. a 250 cc. immatricolati nei 3 anni precedenti la domanda, fatti salvi autoveicoli e motoveicoli per cui è prevista agevolazione fiscale per persone disabili.

Per godere del beneficio il nucleo familiare del richiedente dovrà avere un punteggio di valutazione multidimensionale del bisogno superiore o uguale a 25 punti e dovrà aderire ad un

 Progetto personalizzato di Attivazione Sociale e Lavorativa

 Il progetto viene costruito insieme al nucleo familiare e coinvolge tutti i componenti, instaurando un patto tra servizi e famiglie che implica una reciproca assunzione di responsabilità e di impegni.

Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva del lavoro, l’adesione a progetti di formazione, la frequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute.

L’obiettivo è aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

 DOVE PRESENTARE LA DOMANDA

il cittadino può presentare la richiesta per il SIA presso:

 C.I.S.S. - Consorzio Intercomunale dei Servizi Sociali -  in Via Montebello n. 39 a Pinerolo

Il venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 (rivolgersi in segreteria);

I cittadini residenti nei Comuni della Val Pellice saranno ricevuti presso la sede dei Servizi Sociali – ex Ospedale Valdese di Torre Pellice, dopo aver preso appuntamento telefonicamente al n° 0121/3250111.

Servizi Sociali dell’Unione Montana delle Valli Chisone e Germanasca e Sestriere in Via Roma 22 – Perosa Argentina (presso la sede del P.A.S.S.)  il  mercoledì dalle ore 14.00 alle ore  16.00  (tel. 0121/525322-16)



In allegato la locandina del progetto.

Additional information